CURRICULUM VITAE

 

Un Patrimonio da Vivere
di Roberto Libera
Questo lavoro è un parziale approccio alla conoscenza dell’enorme patrimonio culturale dei Castelli Albani, una terra, simile a uno scrigno colmo di tesori, dal quale gli uomini hanno saputo prelevare, nei tempi antichi, con sapienza e accortezza, quanto era necessario per il loro sostentamento e per il loro progresso.
Le schede dei beni sono raggruppate secondo degli “itinerari tematici”, al fine di proporre al lettore una visione del territorio e del suo patrimonio che inizi a considerare l'area Castellana nella sua totalità.
Editore: Parco Regionale dei Castelli Romani

 

 


 

La cultura tradizionalista dell’età augustea e gli exempla dei miti di fondazione
di Roberto Libera
Durante il I sec. a.C. alcuni intellettuali romani o, comunque, orbitanti nell’area culturale romana, furono interpreti di una diffusa esigenza di recupero delle tradizioni e della memoria storica dell’Urbe. La guerra sociale prima, e quella civile poi, seguite dall’avvento del principato augusteo, costituirono un fondamentale passaggio storico per Roma...
Da "Anzio, Dei, Eroi e Fondatori dal Lazio antico"
Editore: Edizioni Tipografia Marina

 

 


 

Il ponte: un passaggio nell'aldilà attraverso l'indefinito
di Roberto Libera
In particolare il simbolismo del ponte si inserisce in una visione di passaggio pericoloso tra due realtà diverse, spesso utilizzato, nelle credenze religiose e nelle tradizioni popolari, come metafora del transito dell’anima nell’aldilà. Ecco perché la costruzione di un viadotto assume un significato che va al di là del risultato di competenze tecniche; la sua realizzazione richiede la capacità di controllare il rischio di una frattura nello spazio...

 

 


 

Il Sepolcro dei Savelli a Santa Maria in Aracoeli
di Roberto Libera
Onorio III ebbe inoltre un ruolo fondamentale nella storia dell’ordine francescano, promulgando la bolla “Solet annuere”, che confermava definitivamente la Regola di San Francesco, già approvata verbalmente da Innocenzo III.
Nel succitato documento pontificio, datato il 29 novembre 1223, diretto a «frate Francesco e agli altri fratelli dell’ordine dei frati minori», è contenuta anche la Regola francescana, consegnata al pontefice dallo stesso Francesco.

 


 

Juppiter Latiaris: ritualità e funzione culturale del Giove Latino
di Roberto Libera
Nel campo degli studi storico-religiosi l'aspetto che più ha colpito gli studiosi è la mancanza totale, o quasi, di una mitologia romana, o latina. Contrariamente ai Greci, che elaborarono un universo mitologico complesso e originale, i Latini mostrarono una particolare propensione a storicizzare le loro origini, attribuendo ad avvenimenti lontani nel tempo, dai connotati a volte fantastici, la nascita della loro civiltà.
Da: Alba Longa, mito e realtà
Editore: Anemone Purpurea

 


 

Albano nell’altomedioevo: vicende storiche e personaggi
di Roberto Libera
Il convegno “Albano Altomedievale” del 20 marzo 2010, tenutosi presso il Museo Civico Albano, e la presente pubblicazione degli atti, costituiscono, in assoluto, il primo tentativo di focalizzare una fase storica di Albano, che, generalmente, ha visto pochi e sporadici contributi da parte degli studiosi locali e non.
da: ALBANO ALTOMEDIEVALE
Atti del convegno sulla storia di Albano dal V secolo d.C. all’anno 1000 - a cura di Roberto Libera

 


 

Bellum Iustum
Sacralità e ritualità guerriera presso i Romani

di Roberto Libera
Per i Romani la visione di un mondo permeato dal “sacro” si estendeva a tutti gli aspetti della realtà, compresa quella marziale. L’idea che l’uomo, nel suo agire quotidiano, dovesse relazionarsi con forze ultraterrene che potevano influire sul destino e sugli eventi, accompagnò costantemente la civiltà Romana e le sue attività in campo bellico.
da: L’ESERCITO E LA CULTURA MILITARE DI ROMA ANTICA
Atti del XXIX Corso di Archeologia e Storia Antica del Museo Civico Albano - a cura di Simona Carosi e Roberto Libera

 


 

Albano Laziale, città d'arte, storia e archeologia
di Roberto Libera
Questo libro è dedicato ad Albano Laziale e al suo nuovo status di città, decretato dal Presidente della Repubblica il 15 novembre 2006.
E' particolarmente significativo che debba essere io, nato a Roma da genitori non albanensi, a scrivere la storia di questa città. La particolarità sta tutta in una delle prerogative maggiori di Albano Laziale: la sua "universalità", la capacità di saper accogliere e integrare uomini e donne di origini diverse e lontane.
Editore: Città di Albano Laziale

 


 

Storie di streghe, fantasmi e lupi mannari nei Castelli Romani
di Roberto Libera
Nel corso della storia l’uomo ha elaborato due forme diverse di relazionarsi con la natura e con il cosmo. Distinguere ciò che rientra nella sfera del sacro da ciò che appartiene all’ambito del profano sono due modi di interpretare la realtà manifesta e interagire con essa.
Fino alla prima metà del novecento, nel folklore dei Castelli Romani erano ancora presenti credenze e riti che avevano un’origine antichissima.

Editore: Consorzio SBCR

 


 

Albano Laziale
La storia, il tour

di Roberto Libera
La moderna città di Albano Laziale sorge proprio su parte del territorio appartenuto all’Ager Albanus, e fa derivare il suo nome dalla mitica Alba Longa. Lo stemma comunale della città raffigura la bianca scrofa che nell’Eneide di Virgilio apparve ad Enea per indicare il sito dove avrebbe dato vita a un nuovo popolo, quello dei Latini.
da: Castelli e Rocche nell'Italia del medioevo - Castelli Romani Vol. 1
Editore: Historia

 


 

La II Legione di Settimio Severo:
comunicare l'archeologia

di Roberto Libera
Nell'era dell'informatizzazione e della globalizzazione, la ricerca di percorsi alternativi per "comunicare la Cultura" porta a esperienze che utilizzano strumenti tradizionali, ma costituiscono una novità nel campo della ricerca e della comunicazione...
da: ARTE MEDIA E COMUNICAZIONE
Atti del II Convegno - a cura di Ilaria Pagani, Elena Baldassarri
Editore: Aracne

© Roberto Libera - info@robertolibera.it - +39 3339999883